Lo stupore non ha definizione.
La meraviglia non trova frasi compiute per spiegarsi.
Perché il bello che stupisce non è il grido dell’appariscente.
Lo stupore tratteggia bocche ed occhi spalancati di fronte all’eleganza che funziona.

WOW pone alla base della sua filosofia il rifiuto totale della tendenza generalizzata a vendere grandi oggetti o grandi progetti, apparentemente autonomi a livello formale e funzionale, ma totalmente indifferenti al senso dei luoghi e del tempo in cui essi stesso vivono.
WOW rallenta la corsa all’originalità sfrenata, al desiderio di stupire inteso come la creazione di totem alienati ed alienanti, dall’estrosità formale eccessiva e lontani dall’identità e dal dialogo con gli elementi culturali più semplici.
WOW ci racconta uno slow living a livello architettonico e di progettazione.

WOW architettura nasce dall’idea semplice e difficilissima di volere coniugare i due universi contrastanti del suo nome: wow e architettura.
La naturalezza e la costruzione

Il cuore e la ragione
L’ istinto e il progetto.
L’ idea è di tracciare dei percorsi che portino l’architettura a riappropriarsi della linfa naturale e duratura del bello che stupisce.

_____________________________________________________________________________

Maurizio Vellucci              Architetto Designer
Marta Spadaro                 Architetto Graphic Designer